Breaking News

Macerata: marocchino maltratta la moglie italiana e picchia le figlie che non pregano con lui


Violenza familiare a Macerata: un marocchino (probabilmente islamico) maltratta la moglie italiana e riempie di botte le figlie piccole che non pregano con lui.

Preghi? No, e allora sono botte. Era questa la punizione scelta da un marocchino di Macerata per le figliolette. L’uomo, sposato con una donna italiana, ora è accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni.

Le violenze e la denuncia

La vicenda risale a diverso tempo fa quando la coppia, lui marocchino e e lei italiana, rispettivamente di 45 e 34 anni, e con quattro figli vivevano in un Comune nel maceratese. Il 45enne, secondo quanto ricostruito dalla Procura, picchiava le piccole alla testa e alle gambe se non pregavano, inoltre, avrebbe aggredito anche la donna, sia verbalmente che fisicamente, davanti ai figli.
Insulti, epiteti volgari, accuse di tradimento e ancora violenze fisiche. Il marocchino sarebbe anche arrivato a chiudere la moglie in casa e sequestrandole il cellulare. Addirittura, il 15 gugno 2016, nonostante la donna fosse in attesa di un figlio, l’avrebbe colpita con calci e pugni alla pancia, come riporta Leggo.

con fonte Il Giornale

redazione riscattonazionale.net

Shares

Utilizziamo i cookie per darvi la migliore esperienza sul nostro sito. Se si continua a utilizzare questo sito assumeremo che siete felici con esso. Ok