“Devi darmi una sigaretta”: tre richiedenti asilo massacrano di botte un 20enne italiano a Isernia




Tre richiedenti asilo, ospiti in un centro d’accoglienza ad Isernia, aggrediscono e massacrano di botte un ragazzo di vent’anni che si è rifiutato di offrire loro una sigaretta. Sull’episodio indagano i carabinieri.

ISERNIA. Episodio violento in pieno centro a Isernia. Un 20enne de posto, intorno alle 19, sarebbe stato aggredito e derubato da tre migranti. Secondo quanto trapelato sul caso, sarebbe stato avvicinato dal gruppetto di stranieri nei pressi di un bar lungo via XXIV Maggio, con la richiesta di una sigaretta. Al diniego sarebbero scattate le botte e il furto del portafogli. Quindi la fuga prima che il ragazzo riuscisse ad allertare i soccorsi.  Sul posto sono intervenuti i professionisti del 118 e i carabinieri chiamati ad indagare sull’accaduto. Si tratta del primo episodio in città di acclarata violenza da parte di ospiti di strutture d’accoglienza verso la comunità locale.

Con fonte IsNews.it

redazione riscatto nazionale.net