Macerata, ci mancava solo la Ue: “Attacco ai valori dell’Europa”. Neanche una parola per Pamela

(Lapresse)

“Sabato in Italia sei persone sono state vittima di una aggressione armata a causa della loro pelle: ci mancava solo il delirio dell’Unione Europea sulla sparatoria a Macerata contro gli africani. Ma neanche una parola per Pamela, macellata da un animale nigeriano, una delle tante risorse per la dittatura eurocomunista nemica dei popoli.

 Vittime innocenti di una violenza odiosa causata da razzismo e xenofobia. Un attacco premeditato ai nostri valori fondamentali, un tentativo di distruggere la vera trama che ci unisce come europei”, scrive su Twitter il vice presidente della Commissione Ue, Frans Timmermans. Che poi aggiunge. “È nostro dovere condannare questa violenza e l’ignobile ideologia che ne è alla base”.

Anche Piero Grasso è tornato alla carica: “Chi semina odio raccoglie violenza”. Il presidente della Cei Bassetti è entrato a gamba tesa dicendo “no agli imprenditori della paura, bisogna favorire l’inclusione”.

Il segretario della Lega ha rispedito al mittente l’allarme fascismo: “Questa cosa incredibile dell’allarme fascismo, del ritorno dei fascismi, dell’ondata delle camice nere mi sembra surreale e agitata da una parte politica che in sei anni ha dimostrato il suo nulla. Sull’immigrazione io chiedo regole: avere in Italia circa 500mila immigrati porta ovviamente caos e se non si espelle nessuno qui ci mettiamo trent’anni per tornare alla normalità”.

Con fonte Il Giornale

redazione di riscatto nazionale.net


Shares