Piacenza, linciaggio antifascista contro i carabinieri: indagato il figlio di un esponente del PD (video)




PIACENZA – Nella mattanza antifascista contro i carabinieri a Piacenza c’era il figlio di un esponente del Partito Democratico piacentino. Il sostituto procuratore ha aperto un fascicolo per  istigazione a delinquere, violenzaprivata, lesioni a pubblico ufficiale, lesioni personali gravi.

Ci sarebbe anche il figlio di un esponente del Pd di Piacenza tra le persone indagate per l’aggressione ai carabinieri durante la manifestazione di sabato scorso contro Casapound. La notizia viene riportata dal quotidiano Libertà che parla di due giovani organizzatori della manifestazione iscritti nel registro degli indagati, ma al momento non si conoscono ancora con precisione i reati di cui sarebbero accusati.

Nessuna conferma al momento dalla questura piacentina che sta svolgendo le indagini insieme ai carabinieri. Durante la manifestazione nella città emiliana cinque carabinieri sono rimasti feriti. Un brigadiere, accerchiato e colpito dagli attivisti, ha subito una frattura scomposta ad una spalla che deve essere operata.

Nella mattanza di Piacenza coinvolti diversi antifascisti

Il sostituto procuratore Roberto Fontana ha aperto un fascicolo d’indagine con una raffica di ipotesi di reato: istigazione a delinquere, violenzaprivata, lesioni a pubblico ufficiale, lesioni personali gravi (per il ferimento del giornalista-fotografo free lance di Parma colpito al volto da un cubetto di porfido o da una scheggia). Tra le ipotesi anche quella della rapina in riferimento alla sottrazione dello scudo al carabiniere in forza al battaglione Emilia Romagna di Bologna, che poi è stato colpito più volte da un manifestante mentre era a terra. Altri nomi di manifestanti starebbero per essere iscritti nel registro degli indagati dagli uomini della Digos della questura e del Nucleo informativo dei carabinieri, che stanno eseguendo le indagini

con fonte Il Secolo D’Italia

redazione riscatto nazionale.net

Redazione riscattonazionale.org